Menu principale
Home
Chi Siamo
Dove Siamo
Contattaci
Tesserati
I Nostri Servizi
Documenti
Contratti
Convenzioni
agevolazioni per le imprese che assumono. I bonus 2017 PDF Stampa E-mail
Anche quest’anno vengono confermate ed estese le agevolazioni per le imprese che assumono. I bonus 2017 sono rivolti alle donne, ai giovani genitori, ai lavoratori over 50, ai lavoratori rientranti nelle categorie svantaggiate o con status di disabilità e ai percettori di misure di sostegno al reddito. Il piano complessivo varato dal Governo prosegue l’impegno ad accrescere l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, rendendo più appetibile il ricorso al tempo indeterminato e a stimolare l’alternanza scuola lavoro come strumento che ne favorisce l’ingresso. Il piano si muove su due direttrici: la prima premia i giovani, come testimonia il fatto che la maggior parte delle misure sono volte a far entrare nel mondo del lavoro gli studenti di ogni categoria e la seconda cerca di sostenere la domanda del Sud, tramite aiuti alle imprese che decidono di puntare su lavoratori disoccupati nel Mezzogiorno. Vediamo nel dettaglio le misure. L’esonero contributivo 2016, pari a un massimo di 3.250 euro, nel 2017 resta in piedi solo per gli studenti assunti entro sei mesi dal diploma o altro titolo di studio, se questi hanno svolto all’interno dell’azienda un periodo di formazione o un tirocinio curriculare. Lo sgravio contributivo spetta alle assunzioni a tempo indeterminato, o in apprendistato di 1° e 3° livello, effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. Ma la novità più interessante è per le aziende del mezzogiorno che assumono giovani in età compresa tra i 15 e i 24 anni, o maggiori di 25 anni ma disoccupati da almeno 6 mesi, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, in somministrazione o in apprendistato. In questi casi l’incentivo arriva fino ad un massimo di 8.060 euro all’anno per ogni lavoratore assunto. Questo sgravio non è cumulabile con altri incentivi di natura economica o contributiva, neanche con quello previsto per l’assunzione dei giovani Neet iscritti a Garanzia Giovani che entro il 2017 sono assunti a tempo indeterminato, a tempo determinato per almeno 6 mesi o con apprendistato professionalizzante. Ancora una volta il Governo punta sui giovani, crea un ponte tra il mondo della scuola e quello del lavoro, premiando gli strumenti dell’alternanza, rende più appetibile l’assunzione di coloro che hanno difficoltà all’inserimento. Un programma che si differenzia da quelli passati perché non generalizzato bensì rivolto a quelle categorie che continuano a rimanere lontani dal mercato del lavoro ma sulle quali si basa il futuro dell’economia: i giovani.
 
< Prec.   Pros. >

� http://www.sindacatoautonomo.it, powered by Joomla and Designed by TheZenLab